Prova Ford Ecosport ST Line 1.0 EcoBoost 125 CV

Prova Ford Ecosport

Questa settimana abbiamo avuto l'opportunità di testare il Ford Ecosport. Un piccolo SUV con varie luci e ombre che lo rendono un'auto originale. Nello specifico, stiamo testando un'unità con finitura Linea ST e con l'unico motore attualmente disponibile: il benzina 1.0 Turbo Ecoboost 125 CV associato a una modifica manuale.

Questo modello è sul mercato dal 2018 senza modifiche, ad eccezione della finitura Active uscita a fine 2020 con un design un po' più country, maggiore altezza da terra e varie protezioni extra. Tuttavia, è esattamente lo stesso nel resto delle sezioni, compresa la trazione anteriore, il cambio e il motore.

Il design della Ford Ecosport

Prova il profilo Ford Ecosport

La Ford Ecosport è un SUV di 4,01 metri di lunghezza, largo 1,76 metri e alto 1,65 metri. Oltre ad avere una battaglia di 2,52 metri. Vale a dire che per dimensioni compete con auto come la Seat Arona, la Skoda Kamiq, la Citroen C3 Aircross, Nissan Juke o Opel Mokka.

Per quanto riguarda il design, la Ford Ecosport è un'auto semplice che non attira troppo l'attenzione nonostante sia una ST Line. Questa finitura dà Luci a LED per quelli corti, fanali posteriori alogeni, barre sul tetto nere, vetri posteriori oscurati e Cerchi bicolore da 17 pollici. Forse se lo fa risaltare un po' di più, il colore blu metallizzato che il brand chiama Desert Island e che rappresenta un esborso extra di 763 euro.

Test Ford Ecosport laterale

Su la silhouette è un po' più cubica di quanto siamo abituati nelle auto attuali. Soprattutto nel musetto e nella parte posteriore, che ha il tetto con un leggerissimo abbassamento all'estrema parte posteriore, lasciando il vetro un po' inclinato rispetto a tanti altri modelli.

Fin qui tutto normale. Tuttavia, quest'ultima caratteristica della sua silhouette determina la particolarità più importante della Ford Ecosport: aprendo il bagagliaio. A differenza di tutta la concorrenza, i cardini sono sul lato sinistro quindi il cancello si apre come qualsiasi altra porta. Una soluzione ben diversa che dopo averla provata per una settimana implica gravi limitazioni all'uso del baule.

Prova il baule Ford Ecosport

L'Ecosport non può essere parcheggiato con la parte posteriore contro il muro se si prevede di utilizzare il bagagliaio. Almeno, se non hai molto spazio per aprirlo perché lo spazio del garage è particolarmente grande. Con un muro vicino, difficilmente ci sarà spazio per mettere o estrarre i pacchi. Ma quel che è peggio, succede la stessa cosa quando parcheggiamo in fila, perché se l'auto dietro di noi è vicina, non riusciremo nemmeno ad avere tutta la bocca di carico. Una circostanza che, come se non bastasse, non è nelle nostre mani una volta lasciata per strada.

Interni della Ford Ecosport

Una volta aperta la portiera del guidatore, la prima cosa che diventa evidente è che l'unità che abbiamo testato è un Linea ST. Soprattutto per dettagli come il sedili in pelle con cuciture rosse, la volante sportivo Stile in pelle con cuciture in tinta, così come il freno di stazionamento e il pomello del cambio.

Prova gli interni della Ford Ecosport

Per quanto riguarda la qualità degli interni, nella Ford Ecosport tutto è ragionevolmente ben assemblati, sebbene i materiali siano di a scarsa qualità. Le plastiche sono dure sulla maggior parte delle superfici e se c'è qualche rifinitura, è il solito nero pianoforte, che all'inizio ha un bell'aspetto ma si sporca e si graffia troppo facilmente. È il caso del cruscotto, con la piccola visiera che si trova sul foro per piccoli oggetti.

C'è anche un foro nella consolle centrale e un altro nel tunnel centrale sotto forma di portabicchieri. Il bracciolo ha anche un piccolo spazio per appoggiare il cellulare, il portafogli o oggetti simili. Infine, nelle ante ci sono spazi pensati per contenere una bottiglia e qualche altro oggetto sfuso, ma la loro profondità fuori dal foro della bottiglia non è grande ed è facile che sfilino se ne entrano troppe.

Sistema multimediale leggermente migliore

Nel sezione tecnologica Si fa notare che questo modello verrà interrotto a breve e pertanto non ha ricevuto alcun aggiornamento. Il il touch screen centrale ha una definizione e una fluidità leggermente ridotte e il suo design è in qualche modo obsoleto se lo confrontiamo con gli attuali modelli della concorrenza.

Prova il cruscotto Ford Ecosport

Questo aggiornamento obsoleto è evidente anche negli aiuti alla guida inclusi nel pacchetto sicurezza. Queste sono le rilevatori di punti ciechi, l'accensione automatica delle luci con controllo dei raggi lunghi e corti, The sensori di parcheggio anteriori, la telecamera posteriore e il rilevamento della fatica.

Funzionano tutti ma si nota che non sono molto rifiniti in dettagli come: che a volte il rilevatore anteriore ci mette un po' ad avvisare, la telecamera ha una risoluzione bassa e la transizione tra luce abbagliante e anabbagliante non è abbastanza efficiente e dà fastidio agli altri autisti. D'altra parte, non puoi dare alcun difetto ai rilevatori di affaticamento o punto cieco.

Dietro il volante in pelle, il la strumentazione è classica ma ben risolta e con informazioni più che sufficienti per il conducente. Inoltre, mostra tutto in modo semplice e chiaro, cosa che non è stata raggiunta con una strumentazione digitale molto più moderna, come la Citroën C5 che abbiamo testato qualche settimana fa e che puoi vedere in questo video:

Ultima fila e tronco?

I sedili posteriori di questo SUV sono sufficienti, anche se non sono i migliori rispetto alle alternative di altre marche. Naturalmente anche i sedili di questa seconda fila sono comodi. Dove possiamo dargli il voto peggiore è in tronco dal momento che solo cubetti 334 litros, che è al di sotto della maggior parte delle auto concorrenti.

Prova i sedili posteriori Ford Ecosport

Al volante della Ford Ecosport

In questa sezione è dove abbiamo trovato più virtù durante il test della Ford Ecosport. Sulla base del fatto che siamo in un SUV del segmento B di un marchio generalista, bisogna riconoscere che svolge la sua funzione in modo molto soddisfacente. I sedili sono comodi e l'isolamento acustico rientra nelle aspettative. in un'auto di queste caratteristiche.

Può essere fatto viaggi su strada e in autostrada con una certa comodità. La sua sospensione ha un equilibrio abbastanza neutro tra comfort e dinamismo. Sebbene le ruote da 17 pollici della finitura ST Line tolgano un po 'di comfort quando si superano alcuni dossi e dossi.

Test Ford Ecosport anteriore

Lo sterzo si irrigidisce abbastanza nei viaggi ad alta velocità e trasmette alcune informazioni al conducente su ciò che sta accadendo all'avantreno durante la guida su strade tortuose. Inoltre, anche se il corpo rotola all'interno di quanto previsto in un SUV, Ha reazioni molto nobili e nessun rimbalzo quando è richiesto un certo dinamismo. Qualcosa di cui non tutte le auto competitive possono vantarsi. In tal senso, è meglio, ad esempio, di una Seat Arona o di una Peugeot 2008.

Il motore a benzina 1.0 T 125 CV

Anche qui abbiamo trovato molte più luci che ombre nell'Ecosport. Sebbene stiamo parlando di un motore a tre cilindri con una cilindrata di solo 1.0 litri, è molto al di sopra di altri motori della concorrenza con queste caratteristiche. Ad esempio, un 1.0 TSI da 110 CV come quello che abbiamo provato con il Volkswagen Taigo (puoi vedere il video test qui) hanno più vibrazioni e prestazioni inferiori. Il suo unico vantaggio rispetto al motore di guado È solo che il turbo lag è un po' meno.

Prova il motore Ford Ecosport Ecoboost

La sua potenza è di 125 CV e la sua coppia massima è di 170 Nm di coppia. Quest'ultima cifra è piuttosto bassa, ma quella spostare abbastanza facilmente questo SUV. Inoltre, questa coppia motore si trova in un range molto ampio del contagiri: tra 1.400 giri/min e 4.500 giri/min. Che ti permette di guidare senza usare troppo la leva del cambio se preferisci e che accentua ulteriormente la sensazione di andare con un motore più grande e più cilindri.

Con la Ford Ecosport è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 11 secondi e di raggiungere i 180 km/h. Cifre non sorprendenti, ma più che sufficienti per un'auto di questo tipo. I loro consumo misto omologato secondo il ciclo WLTP Sono 6,2 l/100km, un dato a cui ci siamo avvicinati molto durante il test.

Abbattere il consumo ottenutoIn città siamo sempre stati intorno ai 7,9 l/100 km. Sempre con lo Start/Stop attivato e facendo qualche tratto attraverso traversate poco battute. In autostrada questo consumo è sceso a 5,1 litri e in autostrada (dove l'aerodinamica è maggiormente penalizzata) abbiamo registrato un consumo di 7 l/100 km secondo il computer di bordo.

Conclusioni

Prova la linea Ford Ecosport ST

Come abbiamo già avvertito all'inizio dell'articolo, la Ford Ecosport è un'auto particolare con grandi punti di forza e di debolezza. Tra le sue virtù ci sono le nobili reazioni del suo telaio e il suo motore solvente nonostante sia un tre cilindri. I suoi difetti sono il cancello ad apertura laterale, che ne riduce la praticità in determinate situazioni, e gli aiuti alla guida un po' obsoleti.

Prezzi Ford Ecosport

Il motore Cambio Finiture Prezzo
Il motore Cambio Finiture Prezzo
Eco Boost 125 Manuale Linea ST 21.833 €
Eco Boost 125 Manuale Attivo 21.931 €
Prezzi con sconti e promozioni secondo il configuratore guado.

Opinione dell'editore

Ford Ecosport
  • Valutazione dell'editore
  • 3.5 stelle
  • 60%

  • Ford Ecosport
  • Recensione di:
  • Postato su:
  • Ultima modifica: 21 Novembre 2022.
  • Design esterno
    Editore: 80%
  • interior design
    Editore: 65%
  • sedili anteriori
    Editore: 70%
  • sedili posteriori
    Editore: 85%
  • Tronco
    Editore: 55%
  • Meccanica
    Editore: 70%
  • Consumo
    Editore: 70%
  • Comfort
    Editore: 80%
  • Prezzo
    Editore: 80%

Vantaggi

  • guida facile e piacevole
  • Motore equilibrato per risposta e consumi
  • Estetica dalla finitura ST Line

Svantaggi

  • rilascio del tronco
  • Sistema multimediale obsoleto
  • Materiali interni migliorabili

Galleria Ford Ecosport


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.